Quando Lego si unisce a Star Wars non si può non sognare.

Torniamo bambini, ancora una volta. Con una collezione di 3 caschi che rievocano alcuni dei personaggi della mitica saga di Star Wars.

Il cacciatore di taglie Mandaloriano più famoso di tutti “Boba Fett“, il classico soldato dell’impero “Stormtrooper” e il pilota dal casco nero del “Tie Fighter“.

Star Wars 2

Pilota, Stormtrooper e Boba Fett

3 caschi con 2 prezzi diversi

In principio annunciati al prezzo di € 64,99 (prezzo ufficiale Lego), dopo alcuni giorni di preordine quello del pilota di Tea Fighter si è abbassato di 5 euro portandosi a € 59,99. Prezzo a mio avviso leggermente sopra la media visto il numero di mattoncini che lo compone (625 per quello di Boba Fett), ma facendo leva su ricordi di infanzia e sulla bellezza del prodotto finale è una cifra adeguata che chiunque può permettersi.

Star Wars 4

Stormtrooper

Data di uscita ufficiale il 19/04/2020

Mentre il sito ufficiale per l’uscita dei prodotti mantiene il prezzo pieno si trova su alcuni siti in preordine come Zavvi ad un prezzo leggermente inferiore (si risparmiano circa 10 euro), ricordandovi comunque che acquistare direttamente dal sito della Lego vi permette di accumulare punti Vip che potranno poi essere convertiti in sconto sul sito stesso.

Le dimensioni dei caschi Star Wars sono di 18 cm. X 11 cm

e sono tutti dotati di una targhetta che ne identifica l’appartenenza in primo piano in bella mostra. La scatola si presenta come per le serie più per adulti con la colorazione nera e probabilmente nelle prime pagine del libretto di istruzioni ci sarà un po di storia del personaggio come avviene nei modelli Architecture e Creator.

Star Wars 3

La splendida confezione in “nero”

Lasciamoci quindi trasportare della emozioni e dai ricordi e per i più fortunati che potranno permetterselo preparatevi a mettere in bella mostra, magari vicino alla vostra TV, questo magnifico trittico di Star Wars. E magari in un prossimo futuro la Lego continuerà a produrre nuovi caschi da aggiungere alla collezione.

Mi auguro che questa breve lettura vi abbia stimolato e vi lascio ad un altro paio di articoli che potrebbero risultare interessanti:

La batmobile degli anni 80

Alexa, un piccolo passo verso domotica

 

 

 

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply