Facebook lancia Messenger Rooms. Per far diventare le videochiamate un party da 50 persone.

Non è una novità, Facebook e Company ci avevano già provato 2 volte. La prima volta nel 2014, quando creò l’omonima app per creare dei gruppi su invito che però si rivelò un flop e fu abbandonata pochi mesi dopo. Due anni dopo, con l’impennata delle applicazioni di messaggistica di Facebook, ha provato a trasforma la app in funzione di messenger. Ma anche in questo caso fu un flop.

Oggi, con una piazza virtuale di quasi 2 miliardi di iscritti attivi,

si ritorna sul vecchio progetto, aprendo le porte a feste e riunioni di gruppo, permettendo di mantenere le stanze aperte, senza limiti di tempo e ospitare principalmente 16 persone, per poi arrivare a 50.

Facebook e la sfida a Microsoft Team e Zoom.

Per aprire una stanza virtuale e creare un appuntamento, si può accedere sia da Messenger che da Facebook; ampliando l’invito anche a chi non ha un account sul social  (in questo bisognerà fornire il proprio nome al proprietario della Stanza per identificare l’ospite esterno).

L’idea è offrire un servizio per celebrare un evento e organizzare un gruppo di interesse o semplicemente convocare un gruppo di amici per chiacchierare simulando un incontro reale. Cosa fondamentale in questo periodo di pandemia, che ha visto l’aumentare delle necessità anche per via delle video lezioni, consulenze, smart working, e affini.

 

facebbok 1

 

L’azione è immediata,

basta creare la stanza e pubblicarle sulla propria bacheca o su gruppi per attirare l’attenzione. E a breve si potrà replicare l’operazione anche su Instagram Direct, WhatsApp e Portal. L’italia è stata scelta per effettuare la fase di test di Messenger Rooms, con la successiva diffusione negli altri paesi e nuove funzionalità che saranno aggiunte successivamente.

Come creare un party

Se un amico o un membro di un gruppo crea la stanza, potrete essere invitati da lui o basterà cliccare sul link che si vedrà in bacheca. Si potrà accedere da computer, smartphone o tablet, senza scaricare nuove applicazioni o effettuando nuove iscrizioni. Si potranno variare i motivi delle chat modificando il proprio sfondo (esattamente come fa Zoom). Per l’effetto sorpresa ci sono, poi, 14 nuovi filtri dedicati all’illuminazione ambientale dell’ambiente e del volto e inoltre arriveranno nuovi effetti di realtà aumentata per compleanni o per simulare il campeggio con gli amici, restando sempre a casa vostra.

 

facebook 2

 

Privacy e sicurezza

L’azienda comunica che le conversazioni non verranno ne viste ne ascoltate, perchè chi crea la stanza ha il controllo di tutto. Potrà scegliere chi partecipa e rimuovere in ogni momento un ospite, ma anche se attivare o meno il link di accesso.

Come già avviene sulla normale piattaforma per post e commenti,

si possono inviare feedback per segnalare una Stanza (senza includere audio o video) che abbia violato le norme stabilite da Facebook. Una Stanza, inoltre, può essere chiusa per bloccare l’accesso a qualcun altro, ma non vieta comunque ai partecipanti di poter lasciare l’incorno virtuale (qualora lo desiderassero).

Momentanemente le videochiamate non saranno protette dalla crittografia end-to-end, che l’azienda punta a introdurre in seguito, i link di Rooms mostrano una stringa di caratteri e cifre casuali, con numeri e lettere, per rendere difficile un eventuale inserimento indesiderato degli hacker. Quanto ai dati, Facebook specifica che le informazioni raccolte sono utili per migliorare l’esperienza d’uso e non per mostrare poi annunci pubblicitari (speriamo, aggiungeri io).

 

Netflix, come accedere ai codici segreti

 

WhatsApp, videochiamate fino a 8 persone

 

 

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply